Come prendere in carico la complessità di un DSA?

Come prendere in carico la complessità di un DSA?
AAJ18 - 8.3 crediti
02 Ottobre 2018
08:15 - 18:30
Como, Collegio Gallio

Descrizione

Secondo il modello neuropsicologico la dislessia evolutiva e tutti i DSA sono da considerarsi delle disabilità congenite che accompagnano la vita del soggetto con espressività variabile in base agli stimoli ricevuti e alla gravità della forma stessa. Nonostante ciò i più recenti studi hanno peraltro dimostrato che un precoce, intensivo e specifico trattamento riabilitativo neuropsicologico basato su una corretta diagnosi, è in grado di indurre un significativo miglioramento delle disabilità ed un importante riduzione delle conseguenze nel 75% dei casi.

L’intervento deve avvenire più precocemente possibile ed essere strutturato su un profilo funzionale neuropsicologico ottenuto attraverso rigorosi e standardizzati criteri diagnostici: il suo ritardo od una sua inadeguata strutturazione pregiudicano la qualità del recupero delle abilità e causano la comparsa di problematiche emotive.

Questo tipo di trattamento e riabilitazione dovrebbe rientrare fra le competenze e attività dei Servizi di N.P.I. e Psicologia dell’Età Evolutiva del Territorio che, dotati delle figure professionali di riferimento (Neuropsichiatri Infantili, psicologi, logopedisti) possono fornire dei team multidisciplinari in grado di valutarne le cause e gli aspetti clinico-funzionali più significativi e di rispondere con adeguati interventi ambulatoriali, scolastici e di supporto alle famiglie.

 

Prezzo

A partire da €0,00

Documenti Utili

Programma

Iscriviti Online